La musica delle cose

Storie per leggere e per ascoltarsi gli uni con gli altri
14 – 16 anni

«La musica – nelle parole di Claudio Abbado – è necessaria alla vita, può cambiarla, migliorarla e in alcuni casi può addirittura salvarla». Come la letteratura, del resto. Non è un caso, allora, che musica e letteratura spesso si incontrino e diano vita a un formidabile binomio, tanto contenutistico che stilistico. Particolarmente stimolante appare allora andare alla ricerca, nella produzione editoriale per ragazze e ragazzi, delle numerose pagine in cui la musica emerge come protagonista della narrazione, oppure come sottotraccia del racconto o colonna sonora della vicenda narrata.
Queste storie attraversate dalla musica consentono ai giovani lettori e lettrici di sperimentare la condivisione di forme espressive emotivamente vicine alla loro sensibilità e capaci di farsi interpreti del loro mondo interiore, dei loro ideali, delle loro emozioni più di qualsiasi altro linguaggio. A questa dimensione ideale, legata al mondo delle emozioni e delle relazioni, si unisce anche quella di una passione praticata e coltivata, che segna e orienta i destini dei giovani protagonisti e delle giovani protagoniste, assumendo spesso il significato di una ricerca di senso, diventando quindi metafora della crescita e dell’adolescenza.

Potrebbero interessarti