John della notte

Autore: Gary Paulsen

Collana: Max storie selvagge

A cura di:

Contributi di:

Traduzione di:

Formato: Brossura, 14 x 21 cm

Pubblicazione: marzo 2019

Pagine: 99

ISBN: 978-88-905808-7-1

13,00

Dove acquistare

John della Notte è nero, imponente e fiero.
La sua schiena è piena di cicatrici, flagellata dalle frustate. Perché John della Notte è uno schiavo e il vecchio Waller è il suo padrone,
feroce come non si può immaginare.
Sarny ha dodici anni appena, e il suo destino di schiava è segnato, ma quando incontra John della Notte capisce che al destino ci si può ribellare.
Perché John è tornato per insegnare a leggere e a scrivere, per insegnare la libertà.
Leggere, scrivere, libertà…
Parole vietate, proibite dalla legge, per le quali il vecchio Waller è pronto a torturare e anche a uccidere.

Nel corso delle mie ricerche ho avuto la possibilità di consultare cronistorie sulla schiavitù e interviste a ex schiavi fatte negli anni ’20 e ’30 del Novecento. Alcune molto difficili da leggere, perché in dialetto, scritte nel modo in cui parlavano. È stato bellissimo. Mi sono seduto nel mio seminterrato a leggere queste storie, piangendo ogni notte. E una delle cose in cui spesso mi sono imbattuto è stato il tentativo degli schiavi di imparare a leggere. C’erano uomini che erano fuggiti e che erano tornati indietro per cercare di insegnare a leggere ad altri come loro. Ho messo insieme le loro storie per scrivere Nightjohn, la storia di un giovane uomo che era fuggito ed era libero, ma che fece ritorno tra gli schiavi per istituire una scuola in cui insegnare a leggere. Gary Paulsen

Gary Paulsen è nato nel 1939, a Minneapolis, negli Stati Uniti d’America. Il suo incontro con l’avventura – dopo un’infanzia e una giovinezza durissime – ha cambiato la sua vita e ha ispirato gran parte delle sue storie. Ha allevato cani da slitta in Alaska, ha navigato attraverso l’Oceano Pacifico, ha vissuto a lungo immerso nella natura selvaggia e incontaminata.

Da questa sua passione per la natura e dal bisogno di raccontare la difficoltà di crescere e la lotta per la sopravvivenza, sono nate le sue storie: oltre duecento libri, tradotti in tutto il mondo, scritti soprattutto per gli adolescenti.

Ha vinto numerosi premi, entrando ripetutamente nella lista Honor Books della Newbery Medal, il più prestigioso riconoscimento americano per i libri per ragazzi, ed è considerato da oltre trent’anni uno dei più straordinari narratori per ragazzi e giovani adulti.

La mia storia è una sorta di risarcimento nei confronti del lupo. In essa i lupi hanno nomi e relazioni familiari, mentre il cacciatore non ha nome e non ha affetti. In realtà è lui ad avere il carattere del lupo esopiano: malvagio, avido e omicida”.

Melvin Burgess

 

Un libro inquietante, ma di assoluta qualità.

“Observer”

Contattaci

+39 059 365327

[mc4wp_form id=”1251″]

Potrebbero interessarti